mercoledì 6 gennaio 2010

IL CARBONE DELLA BEFANA


Ovviamente in questi giorni la ricetta sta facendo il giro dei blog, l'ho visto qui e qui e poi anche qui, e in tv, e sull'ultimo numero di Alice. Ho dovuto per forza provare a farlo, sembrava così semplice.. In realtà avendo sottovalutato le difficoltà, la prima volta non si è gonfiato, ed è diventato un mattoncino.. Vai a sapere perchè! Ma ho subito riprovato, mai perdersi d'animo. L'anno prossimo sarà ancora migliore, ma per adesso sono molto soddisfatta! Ed è buono!!! Da piccola non l'ho mai mangiato, neanche assaggiato, convinta che avesse il gusto di liquirizia.. se no come faceva ad essere nero?? Così, visto che la liquirizia non mi piace, ho sempre evitato anche il carbone.. Vuoi vedere che inizio a mangiarlo adesso???? Io ho seguito la ricetta di Araba, che vi riporto pari pari:

Ingredienti:
250 gr di zucchero semolato
50 gr di acqua
50 gr di zucchero a velo
2 cucchiai di albume
coloranti alimentari

Procedimento:
Rivestire una ciotola con carta d'alluminio e tenerla da parte. Intanto preparare uno sciroppo con l'acqua e lo zucchero semolato. Dovrà arrivare a 130° precisi! A parte preparare una glassa con l'albume e lo zucchero a velo, che coloreremo con il colore preferito, il carbone può essere anche rosso, verde.. quello che vi suggerisce la fantasia! Quando lo sciroppo è in temperatura aggiungere un pò di colorante, per evitare che poi sia troppo chiaro il risultato finale, e aggiungere un cucchiaio di glassa. Lo zuccherò gonfierà, come per magia. A questo punto versare nella ciotola e far raffreddare. Dopo un pò sarà pronto da sgranocchiare. Attenzione alle ustioni, lo zucchero è pericolosissimo, Befane, lavorate senza bambini intorno, e state attente anche voi!!!

Nessun commento:

Posta un commento

Dite la vostra..
Un commento può aiutarmi a migliorare sia le ricette che il blog!
Grazie, Vicky