venerdì 9 febbraio 2018

MIGLIACCIO NAPOLETANO DI CARNEVALE



Un dolce che vedo da anni su internet, e che non poteva più aspettare nella lista delle cose da fare, un impasto umido e compatto, quasi un budino, che vi sorprenderà. Le dosi sono per uno stampo da 24cm e la ricetta viene dritta dal blog di una napoletana doc, Imma di Dolci a Gogo!

Ingredienti:
200 gr semolino
500 ml acqua
500 ml latte
250 gr zucchero
350 gr ricotta vaccina
4 uova
40 gr burro
scorza di 1 arancia
1 pizzico sale
1 bacca di vaniglia

Procedimento:
Iniziare preparando il semolino: preparare in una pentola l'acqua e il latte con il burro, il sale e la scorza d'arancia, quindi mettere a scaldare e quando spiccherà il bollore togliere la scorza, e versare il semolino a pioggia. Dopo qualche minuto di cottura versare in una teglia a raffreddare, e preparare l'altra parte del composto come segue: Montare uova vaniglia e zucchero, quindi unire la ricotta ed il semolino raffreddato a tocchetti. Travasare in una pirofila rivestita con carta forno e cuocere a 200° per circa un'ora, coprendo la superficie se dovesse scurire. Emma serve con zucchero a velo, a noi è piaciuto così, al naturale!

L'idea in più:
Provate a mettere nell'impasto un pò di pasta d'arancia, o scorza di limone, per un gusto ancora più fresco.

lunedì 5 febbraio 2018

PANGOCCIOLO SBAGLIATO, PANE AL CACAO E NUTELLA CON GOCCE DI CIOCCOLATO BIANCO


Una ricetta che ho pensato e studiato appositamente per festeggiare il World Nutella Day, un pangocciolo.. al contrario! Ho voluto mettere la nutella nell'impasto, e sospensioni bianche. Ed ecco pronta la colazione per i colleghi!

Ingredienti:
350gr  farina 300w
28 gr cacao
30 gr zucchero 
5 gr lievito di birra
30 gr burro
2 uova medie
120 gr latte intero
10 gr miele
3 gr sale
70 gr nutella
70/80 gr gocce di cioccolato bianco
1 tuorlo e un goccio di latte per spennellare

Procedimento:
Mettere nella planetaria la farina, il miele ed il lievito, sbattere uova e latte in una brocca, e iniziare a versare gradualmente i liquidi sulla farina, girando con il gancio alla velocità minima. Dopo averne versati circa metà, aggiungere zucchero e cacao, e continuare con i liquidi, trattenendone solo una piccola parte. Aggiungere quindi la nutella, e successivamente il burro a piccoli pezzi. Infine il sale con l'ultima parte di liquidi. Continuare a girare finché il composto sarà ben liscio e compatto, quindi unire le gocce di cioccolato. Far puntare una mezzoretta, e dividere in porzioni di circa 80gr (ne verranno 11). Mettere a lievitare fino al raddoppio, eventualmente con l'uso del frigorifero per allungare i tempi. Quando saranno ben gonfie, spennellare la superficie con un mix di tuorlo e latte, ed infornare in forno già caldo a 180° per circa 25 minuti.

Io ho impastato ieri intorno alle 22, formato verso le 23, messo in frigo un paio d'ore per rallentare la partenza della lievitazione e lasciato poi a temperatura ambiente (22° circa) fino a alle 7 di stamattina, cotto e portato in ufficio ancora tiepidi ^_^

Attenzione: è un pane, non una vera brioche, l'impasto non è eccessivamente dolce, è possibile renderei più "da colazione" ingranellando la superficie prima della cottura con zucchero in granella


mercoledì 31 gennaio 2018

BARRETTE AI FIOCCHI D'AVENA


 

Da tempo volevo provare a fare queste barrette, e oggi è arrivato il momento!
La ricetta è solo una traccia, in realtà gli ingredienti si possono variare secondo il proprio gusto, ma intanto vi presento come l'ho fatta io!

Ingredienti:
150 gr fiocchi d'avena
40 gr mandorle senza pelle
20 gr nocciole
30 gr di frutti di bosco disidratati
20 gr di albicocche disidratate
15 gr di uvetta NON ammollata
100 gr mix di semi
100 gr miele
10 gr pangrattato

Procedimento:
Scaldare il miele per renderlo ben liquido, ma senza farlo bollire. Nel frattempo tagliare grossolanamente la frutta secca. Le albicocche le ho tagliato a cubetti piccoli. Mescolare tutto insieme. Impastare usando il miele caldo, quindi trasferire su una teglia ricoperta di carta forno, compattare bene (io mi sono aiutata con un batticarne) e far dorare a 180° per circa 20 minuti.
Inciderle mentre sono ancora tiepide, io le ho tagliate da fredde e mi si sono un po' spaccate.
Poco male, i ritagli sono un ottimo musei per lo yogurt del mattino!





Questi sono i mix che ho usato io

domenica 14 gennaio 2018

CESTINI DI CARNE E PATATE




Un'idea sfiziosa per presentare un secondo che piacerà a tutti! I cestini sono fatti con 'impasto per polpette, vi lascio il mio ma potete fare il vostro senza problemi! Queste dosi sono per 5 bei cestini:

Ingredienti:
300 gr macinato misto
300 gr macinato magro
1 salamelle
1 fetta di pane ammollato nel latte
qb sale e pepe 
a piacere aromi e spezie, o un trito di aglio / cipolla (io una punta di aglio in polvere)
5 patate medie
5 rametti di rosmarino

Procedimento:
Amalgamate con le mani gli ingredienti delle polpette, e date la forma di un piccolo cestino, mettendo un bel cucchiaio di impasto in una teglia rivestita con carta forno, e "scavando" piano piano con le dita, per formare il buco centrale. Nel frattempo tagliate a cubetti le patate già pelate, e lessatele in acqua salata.
Scolate le patate, disponetele al centro del cestino, infilate un rametto di rosmarino per ogni cestino, e cuocete in forno già caldo a 180° per una ventina di minuti, o comunque finché la carne sarà cotta e le patate dorate.


sabato 13 gennaio 2018

PANNA COTTA O MOUSSE AL GORGONZOLA DI LUCA MONTERSINO



Un aperitivo versatile e che faccio spessissimo, ricetta d'autore, non si può sbagliare!
La sua ricetta nasce come mousse, in un cannoncino, ma poi ci arriviamo, intanto procuratevi i pochi ingredienti necessari!

Ingredienti:
100 gr gorgonzola (io uso il Gin invcerrnizzi perché mi piace delicato)
100 gr panna fresca
50 gr burro
3 gr colla di pesce
qb porro, sale e pepe

Procedimento:
Soffriggere il posso in una parte di burro, nel frattempo ammollare la gelatina. Quando il porro sarà morbido e trasparente, unire il burro rimanente, il formaggio e la panna, portando il tutto a fusione, senza far bollire, basteranno circa 70°. Quindi unire la gelatina strizzata, insaporire con sale e pepe, e frullare. Colare quindi in appositi stampino e congelare.

Li ho fatti con pomodori confit (i miei preferiti), serviti su crostini, cracker, con dentro funghetti champignon saltati con prezzemolo, insomma, come più vi piacciono.


Molto buoni anche con i pomodorini crudi, una freschezza che sposa benissimo il sapore intenso della panna cotta!


Ma veniamo alla mousse! 
Il procedimento è lo stesso fino al passaggio nel frullatore. Una volta liscia, la crema va messa in un contenitore per tutta la notte, fino a farla raffreddare completamente. L'indomani basterà montarla con le fruste, ed ecco una morbida crema spumosa, adatta per farcire tartellette, cannoli, bicchierini..
Questa l'ho fatta più volte anche al taleggio, sostituendolo pari peso al gorgonzola. Se vedete che è troppo soda, e col taleggio può capitare, aggiungete un paio di cucchiai di panna mentre montate la mousse. Come decorazione stanno bene granella di noci, per il gorgonzola, o nocciola per il taleggio, cubetti di sedano o porro per il gorgonzola, o peperoni per il taleggio, riccioli di speck croccante, per una versione "carnivora", insomma, fate come vi pare, sono ottime in ogni modo!!

Nella foto, tartellete al taleggio.