giovedì 11 febbraio 2010

TORTA BELGA delle Simili


Qualche giorno fa, io a un'amica: "Quest'anno per il tuo compleanno la torta la faccio io!" "Ok!" "Dimmi cosa non ti piace, così evito di farti una cosa che non mangerai!".. mi riferivo all'aroma da dare alla crema, per farcire un gudurioso pan di spagna, con mille decorazioni in pasta di zucchero.. insomma, era una scusa per decorare e modellare lo zucchero.. la torta in sè non avrebbe dato più di tante soddisfazioni. Volete sapere cosa mi ha risposto?? "Guarda, mi piace tutto, TRANNE LE CREME, E IL PAN DI SPAGNA"... E IO ADESSO A QUESTA COSA FACCIO????? Non c'è niente da fare, a me le torte asciutte mi ingozzano, non mi piacciono, e non c'è dubbio che mi venga voglia di farle, anche perchè so già che non mi verrebbero bene! Ma qui le sorelline Simili mi sono venute in aiuto!! Già perchè mi hanno illuminata, facendomi tornare alla mente l'unico dolce con queste caratteristiche di semplicità e morbidezza, che ho adorato letteralmente. Così un giorno prima ho fatto una prova formato mezzo plumcake, e ieri ho prodotto un bel teglione di questa delizia! Una specie di focaccia dolce, un pan brioches semidolce con zucchero di canna caramellato.. insomma, facile da fare e buono da impazzire! Le dosi che seguono sono per una teglia 30X40

Ingredienti:
Per la torta
500 gr di farina 00 di forza
200 gr di acqua
35 gr di lievito di birra (io ne ho usati 30 allungando leggermente i tempi di lievitazione)
75 gr di burro
25 gr di strutto
7,5 gr di sale
50 gr di zucchero
Per la copertura
100 gr di zucchero di canna
40 gr di burro

Procedimento:
Impastare la torta avendo l'unica accortezza di non mettere il lievito a contatto diretto con il sale, e picchiare con forza il panetto sul tavolo, ripetutamente, per qualche minuto, per consentire la formazione del glutine. Fatta questa operazione coprire a campana e lasciar riposare un'oretta. Riprendere poi la pasta e stenderla nella teglia senza lavorarla, e dare altro riposo, per circa 3/4 d'ora. Io ho impastato la sera e cotto la mattina, questo riposo per me è quindi durato 6/7 ore a temperatura +4. L'ho solo fatta tornare a temperatura ambiente prima della cottura, ma l'impasto si è ben sviluppato anche così. A questo punto affondare il dito nella pasta per creare dei "buchetti" che dovranno essere distanti tra loro qualche centimetro, e riempire questi spazi con dei fiocchetti di burro. Cospargere la superficie di zucchero di canna, e passare in forno già caldo a 220° per 15/16 minuti. Appena è cotta sformarla e lasciarla raffreddare su una grata. Finchè non l'assaggiate non potete sapere quant'è buona!!

Ancora tanti auguri Silvia!

La videoricetta
https://youtu.be/RhOWTQcDNvM

6 commenti:

  1. Le Simili sono una garanzia! bacioni, Paola

    RispondiElimina
  2. Già! Ci vediamo a fine mese quindi?..

    RispondiElimina
  3. E' buonissima, la assaggiai proprio ad un loro corso...con le ricette delle Simili non si può sbagliare ;-)

    RispondiElimina
  4. Si, io ho seguito solo un corso sulpane, dove ho assaggiato questo dolce ma adesso devo fare anche quello sulla sfoglia, perchè sono davvero 2 maghette della cucina!

    RispondiElimina
  5. Buona! anch'io mi sono arresa alle Simili comprando due libri! Ciao!

    RispondiElimina
  6. Io ancora i libri non li ho, ma sono così appassionanti i loro corsi che prima o poi cederò!!

    RispondiElimina

Dite la vostra..
Un commento può aiutarmi a migliorare sia le ricette che il blog!
Grazie, Vicky