mercoledì 25 novembre 2009

RISOTTO TONNO E PEPERONI


Questa ricetta è la storia di 2 ricicli: era rimasto un pò di sugo al tonno da qui, ma non abbastanza per una pasta per due, così mio marito mi dice: C'è della peperonata in freezer, tiriamo fuori quella!".. "Ok" penso io, ci faremo una bruschettina!! Poi lui (che in cucina non è che sia un intenditore) mi propone di unire le 2 cose e di farci un risotto... "Noooo, dai, piuttosto una pennetta!!" dico io. "Lascia fare, e per una volta fidati" "Ok, però tolgo la pelle ai peperoni e li scolo dal pomodoro"... Vabbè, ci siamo messi lì, e insieme è nata questa cosa, che tutto sommato non era neanche niente male!

Ingredienti:
200 gr di riso vialone nano
100 gr di sugo al tonno
2 falde di peperone "peperonato"
Brodo vegetale q.b.
Olio evo, sale e pepe q.b.
Un cucchiaio di grana e 10 gr di burro
Mezzo scalogno
Vino bianco q.b.

Procedimento:
Scaldare il sugo e le falde di peperone private della pelle. Nel frattempo far appassire lo scalogno in un filo d'olio, e a parte, portare quasi ad ebollizione il brodo. Quando lo scalogno è trasparente buttare il riso e farlo ben tostare. Sfumare con il vino, e quando l'alcol è evaporato aggiungere il sugo. Lasciar assorbire bene l'umidità del pomodoro, e aggiungere gradualmente il brodo caldo all'occorrenza. A fine cottura mantecare con burro e grana (si lo so che col pesce non ci andrebbe, ma per me un risotto lo vuole proprio il formaggio!!) e lasciar riposare un paio di minuti prima di servire.

So che non è un capolavoro di ricetta, ma è davvero difficile che io e mio marito collaboriamo in cucina, di solito gli boccio tutte le idee e lo caccio in malo modo dal mio territorio, quindi partecipo alla raccolta Ricette in compagnia di Castagna e Albicocca per premiare il mio impegno e la sua idea iniziale :-)

1 commento:

  1. Niente male...complimenti per l'idea e grazie per essere passata a farmi visita!!!
    Un abbraccio

    RispondiElimina

Dite la vostra..
Un commento può aiutarmi a migliorare sia le ricette che il blog!
Grazie, Vicky