domenica 10 gennaio 2010

PANINI AL LATTE


Dopo aver perso il pomeriggio a lavare tutti gli aggeggini del mio nuovo Ken, mi sono ritrovata a 2 ore dalla cena con tanta voglia di provare a fare qualcosa.. Un pane, morbido e velocissimo con il lievito di birra?!.. Panini al latte, che potevano accompagnare l'antipasto con qualche salume, o anche il dopo cena, con qualche badilata di Nutella... :-) quindi via, accedi il pc, cerca un sito con una ricetta di pane sotto le 2 ore dall'inizio alla fine, ed eccone sbucare una, non so neanche più dove (se qualcuno la riconosce si faccia pure avanti..)... Mi butto. Cambio solo un pò l'ordine di ingresso degli ingredienti in macchina perchè a me Montersino m'ha insegnato che prima vanno le polveri e il lievito, poi i liquidi, poi i grassi e poi il sale. E io così farò! Di seguito la mia ricetta, per 20/25 panini mignon.

Ingredienti:
300 gr farina 00
200 gr di manitoba
21 gr di lievito di birra (la ricetta diceva 7 gr di ldb secco, ma da qualche parte sempre girovagando per internet ho trovato che la conversione è 1:3 ..)
10 gr zucchero
1 cucchiaino sale
30 gr burro morbido
325 ml latte tiepido
Per decorare (facoltativo): semi di sesamo, di papavero..

Procedimento:
Si può procedere con la solita fontana (se si usa il lievito secco farlo rinvenire in una parte di latte), oppure buttare tutto nell'impastatrice con l'ordine che ho dato prima: polveri (farine, zucchero), lievito (senza scioglierlo), il latte, il burro ed infine l'olio. Tempo di lavorazione 7/8 minuti. Velocità bassa. Eventualmente finirlo a mano, io per testare la macchina l'ho utilizzato così. Formare una palla e coprirla con un canovaccio umido, lasciandola in un luogo tiepido fino al raddoppio. A me è servita circa un'ora. Fare le pieghe dall'esterno verso il centro come spiega bene Adriano qui. Porzionare poi il tutto in 20/25 piccole palline, formandole nel modo che preferiamo, o come la piegatura di prima in versione ridotta, o arrotolando un pò di pasta sul tavolo facendo movimenti circolari con la mano alleggerendo sempre più la pressione, o... come volete! L'importante è dare un'altra oretta di riposo alla pasta, una volta formata. Fatto questo basterà spennellare i panini con del tuorlo (e volendo alcuni si possono decorare con semi di sesamo o di papavero) e cuocerli in forno a 200° per una ventina di minuti, o comunque fino a doratura. Uno tira l'altro!!

3 commenti:

  1. Anche senza poolish sono venuti proprio bene questi panini!!!!Brava
    UN ABBRACCIO

    RispondiElimina
  2. ciao ziaaaaaa!!!!!!!!!!!! Adesso ci sono anche io a sostenerti.

    RispondiElimina
  3. @ Marifra: ieri ho provato le baguette con il poolish, stasera le pubblico, buonissime!!!
    @ gaia: Ciaoooooo!!!! Sono felice di averti qui tra i miei piccoli fans!!!

    RispondiElimina

Dite la vostra..
Un commento può aiutarmi a migliorare sia le ricette che il blog!
Grazie, Vicky