martedì 27 luglio 2010

PAN DE HOJALDRE


Se voi scopriste una ricetta curiosa ed interessante sul blog di Cinzia (qui), non ne sareste attratti? E se poco dopo la trovaste anche da Antonella (qui)?? E se fosse una ricetta importata dalle Simili? Beh, io non ho più avuto scuse per rimandare, la curiosità era troppa! QUESTO PANE S'AVEVA DA FARE!! Peccato che col caldo mi sia scappato di lievitazione rompendosi un pò sulla superficie, ma è proprio buono, scrocchiarello e gustoso, per l'uso abbastanza abbondante di olio!

Copio e incollo da Cinzia:

Ingredienti:

Lievitino:
100 gr. farina 0
50 gr. acqua
4 gr. lievito di birra fresco

Impasto:
500 gr. farina 0
250 gr. acqua
20 gr. olio
10 gr. lievito di birra fresco
10 gr. sale
30 gr. olio per sfogliare

A mano:

Impastare il lievitino, coprire ermeticamente e far lievitare fino al raddoppio. Circa due ore.

Fare la fontana, fondere al centro il lievito con l'acqua, unire il lievitino spezzettato, un poco di farina poi il sale e l'olio. Amalgamare bene e finire l'impasto.
Dividere in due parti, fare due filoni e farli riposare coperti a campana per 10 minuti.
Spianarli con l'aiuto di un matterello in un rettangolo di circa 20 x 30 cm con mezzo centimetro di spessore.
A questo punto per ottenere quattro pani, tagliare a metà con l'aiuto di una rotella tagliapizza.
Con un pennello ungere con olio e arrotolarli stretti dalla parte più stretta, man mano che arrotoleremo, l'olio tenderà ad uscire fuori, per evitare questo, scavallare lo strato d'olio, sollevando leggermente l'impasto quando necessario.
Disporre su due teglie ricoperte di carta forno con la parte di giunzione in basso. Con l'aiuto di un cutter affilato, incidere il pane nella parte centrale ed entrare fino a toccare quasi la teglia.
Coprire con canovaccio bagnato e strizzato e far lievitare nel forno spento per circa due ore.
Infornare a 200° su due livelli modalità ventilato e cuocere per 30/35 minuti.

Planetaria:

Preparare il lievitino nella ciotola, coprire con pellicola e far lievitare fino al raddoppio. Circa due ore.
In questo modo non dovremo spostarlo al momento di impastare.
Una volta lievitato, unire l'acqua in cui avremo disciolto il lievito e lavorare un po' con il gancio impastatore a vel. 1. Inserire la farina, l'olio e il sale, passare a velocità 2 ed impastare finchè il composto non si aggrappa al gancio impastatore.
Dividere in due parti, fare due filoni e farli riposare coperti a campana per 10 minuti.
Spianarli con l'aiuto di un matterello in un rettangolo di circa 20 x 30 cm con mezzo centimetro di spessore.
A questo punto per ottenere quattro pani, tagliare a metà con l'aiuto di una rotella tagliapizza.
Con un pennello ungere con olio e arrotolarli stretti dalla parte più stretta, man mano che arrotoleremo, l'olio tenderà ad uscire fuori, per evitare questo, scavallare lo strato d'olio, sollevando leggermente l'impasto quando necessario.
Disporre su due teglie ricoperte di carta forno con la parte di giunzione in basso. Con l'aiuto di un cutter affilato, incidere il pane nella parte centrale ed entrare fino a toccare quasi la teglia.
Coprire con canovaccio bagnato e strizzato e far lievitare nel forno spento per circa due ore.
Infornare a 200° su due livelli modalità ventilato e cuocere per 30/35 minuti.

Bimby:

Impastare il lievitino, coprire ermeticamente e far lievitare fino al raddoppio. Circa due ore.
Spezzattarlo nel boccale ed unire l'acqua e il lievito; 20 sec. vel. 2. Unire la farina, l'olio e il sale e impastare 2 minuti modalità spiga. Compattare bene e finire l'impasto a mano.
Dividere in due parti, fare due filoni e farli riposare coperti a campana per 10 minuti.
Spianarli con l'aiuto di un matterello in un rettangolo di circa 20 x 30 cm con mezzo centimetro di spessore.
A questo punto per ottenere quattro pani, tagliare a metà con l'aiuto di una rotella tagliapizza.
Con un pennello ungere con olio e arrotolarli stretti dalla parte più stretta, man mano che arrotoleremo, l'olio tenderà ad uscire fuori, per evitare questo, scavallare lo strato d'olio, sollevando leggermente l'impasto quando necessario.
Disporre su due teglie ricoperte di carta forno con la parte di giunzione in basso. Con l'aiuto di un cutter affilato, incidere il pane nella parte centrale ed entrare fino a toccare quasi la teglia.
Coprire con canovaccio bagnato e strizzato e far lievitare nel forno spento per circa due ore.
Infornare a 200° su due livelli modalità ventilato e cuocere per 30/35 minuti.

PS: eccolo prima di essere infornato!

8 commenti:

  1. Deve essere davvero buono questo pane...mi intriga davvero tanto!

    RispondiElimina
  2. Grazie Simo, provalo, fa molta scena ma non è affatto difficile!

    RispondiElimina
  3. ohhhh...finalmente eccolo qui, in tutto il suo splendore e nella sua unica bontà!
    bravissima,da noi èspesso il pane della domenica!
    bacio, sono sulla via del ritorno!

    RispondiElimina
  4. @ Cindy: Grazie!!! Peccato che l'abbia fatto rompere!
    Buon rientro, io per fortuna sono quasi sulla via della partenza, speriamo che il tempo regga perchè ultimamente ci sono un pò troppe perturbazioni per i mie gusti!!!
    Baci

    RispondiElimina
  5. ma deve essere troppo buono questo pane e ti è venuto benissimo.

    RispondiElimina
  6. ma lo sai che sembra pure buono!! bello lo è di sicuro. ciao Gianni

    RispondiElimina
  7. Grazie anche a te Gianni, troppo buono (tu!)

    RispondiElimina

Dite la vostra..
Un commento può aiutarmi a migliorare sia le ricette che il blog!
Grazie, Vicky