sabato 28 agosto 2010

LUMACONI SPADA E POMODORINI


Ve li ricordate questi gustosissimi pomodorini? Mi hanno fatto subito venire voglia di pasta!! Dal gusto estivo e fresco, un primo piatto che in qualche modo anticipasse le ferie in programma pochi giorni dopo. Pesce quindi! Ecco cos'ho creato..

Ingredienti:
350 gr di lumaconi
300 gr di pesce spada in un'unica fetta un pò altina
una manciata di capperi ben dissalati
una decina di olive (si, voi usate le Taggiasche...)
pomodorini confit, olio evo e origano qb

Procedimento:
Se i pomodorini sono già pronti, il condimento di questa pasta si prepara in un lampo, sarà sufficiente il tempo di cottura della pasta per realizzare il tutto! Tagliare a cubetti il pesce e tenerlo da parte, scaldare in una padella i pomodorini, quando mancano un paio di minuti alla cottura della pasta aggiungere ai pomodorini il pesce, capperi e olive, scolare i lumaconi al dente e metterli nella padella con un mestolino di acqua di cottura. Saltare insieme finchè l'acqua sarà assorbita, il sugo avrà tirato e la pasta avrà assorbito bene tutti i sapori. Una spolverata di origano, un giro d'olio e via in tavola. Ottima!!


4 commenti:

  1. Hai fatto su proprio un ottimo piatto di pasta; mi piace, molto molto mediterraneo!

    RispondiElimina
  2. mi piace moltissimo questa pasta! come stai?
    volevo dirti che il termine del contest è stato spostato al 15 settembre, quindi se ti va di cimentarti in qualcosa di mai fatto, hai ancora qualche giorno! a presto!

    RispondiElimina
  3. Ciao Benedetta, ho visto infatti che la data è stata spostata, spero proprio di riuscire perchè ho un paio di mostri sacri e coglierei l'occasione... vedo se riesco perchè il prossimo we ho un compleanno e sono impegnata, spero il successivo, perchè durante la settimana non ho mai tempo! Cmq tutto bene grazie, spero anche tu. Un bacio! E grazie x la mia pasta, fare cose a te gradite è un onore gigante! ;-)

    RispondiElimina

Dite la vostra..
Un commento può aiutarmi a migliorare sia le ricette che il blog!
Grazie, Vicky