domenica 14 marzo 2010

SEMIFREDDO TIRAMISU', ovvero IL TIRAMISU' DELLA VICKY


Lunedì sera, una confezione di mascarpone da mezzo chilo in scadenza il martedì, una cena programmata per il venerdì senza ancora aver deciso che dolce fare.. Ok, faccio il tiramisù e lo congelo. Salvati capra e cavoli! Metti poi che la pirofila non esce dal freezer in tempo.. beh, il passo da tiramisù a semifreddo è davvero un attimo. Ma è uscito un dolce che sembra ancora più leggero, perchè il freddo maschera molto bene il gusto "caldo e corposo" del mascarpone. Questo dolce non lo facevo da un sacco, e in particolare il tradizionale gusto al caffè non lo ricordo da anni, ormai mi dedico quasi esclusivamente alla versione alla frutta (fragole, o ananas o frutti di bosco.. una goduria!). Così, complici il mascarpone da salvare, dei savoiardi dimenticati in dispensa e la voglia di riscoprire un dolce che non mangiavo da tempo, ecco nascere il mio tiramisù. Ce ne sono mille versioni, lo so, chi con la panna, chi senza, chi solo coi i tuorli, chi con le uova intere, chi con i bianchi montati a parte, chi usa pavesini, chi savoiardi, chi pan di spagna.. Io vi presento la mia, copiata da una confezione di savoiardi e mai più abbandonata. Il prossimo step? I savoiardi home-made!

Ingredienti:
500 gr di mascarpone (io uso solo il Santa Lucia Galbani, il risultato è migliore rispetto anche a quello fresco!)
5 uova (tuorli separati dai bianchi)
150 gr di zucchero
4 cucchiai d'acqua
2 cucchiai di cioccolato fondente fuso
30 Savoiardi
2 tazze di caffè forte lungo
1 bicchierino di marsala

Procedimento:
Come prima cosa preparo il caffè, poi ci verso dentro il marsala, in modo che il calore del caffè faccia evaporare un pò di alcol, alleggerendo la bagna. Preparare poi la crema. La mia versione è quella con i bianchi montati, ma usando lo sciroppo per pastorizzare le uova (in questo modo il dolce sarà sicuro anche per i bambini!) si creerà una meringa piuttosto stabile, che impedirà di trovare l'acquetta sul fondo della pirofila, dovuto all'albume che smonta. Metto quindi a montare i tuorli, e separatamente i bianchi. Preparo uno sciroppo con lo zucchero e l'acqua, portandolo a 121°, e lo verso a filo nelle 2 masse di uovo. Lascio montare finchè il tutto non sarà tornato tiepido. Aggiungo poi il mascarpone ai tuorli, il cioccolato (che avevo pronto perchè avevo appena finito di fare questi biscotti, ma è possibile ometterlo, anzi, di solito non lo metto) e poi gli albumi, facendo attenzione a non smontare il composto. Non resta che allestire il dolce, ricoprendo di savoiardi una teglia, bagnando bene con il caffè al marsala, uno strato di crema, e poi via fino a esaurimento. A me piace con tanta crema, quindi faccio pochi piani perchè in proporzione metto pochi biscotti. Ecco fatto, a piacere si può spolverare di cacao amaro prima di servire!

Ricetta express: se avete poco tempo, e siete sicuri della freschezza delle vostre uova, potete semplicemente montare i tuorli con lo zucchero, e unire i bianchi montati da soli. Ma la perdita di tempo è di pochi minuti, e la sicurezza non è mai troppa, consiglio sempre di pastorizzare le uova!

Edit 16/03/2010: con questo tiramisù partecipo al contest de La cucina italiana (vedi qui)

3 commenti:

  1. questo tiramisà mi sta facendo venire l'acquolina in bocca..:)ti è uscito veramente bene..1000 complimentoni!:)

    RispondiElimina
  2. Come dire di no al tiramisù...che tentazione!Un abbraccio cara

    RispondiElimina
  3. Grazie, in effetti devo dire che la sensazione di leggerezza che mi ha dato mi ha stupito! Era buono davvero! Grazie ancora!

    RispondiElimina

Dite la vostra..
Un commento può aiutarmi a migliorare sia le ricette che il blog!
Grazie, Vicky