venerdì 10 dicembre 2010

TORTA QUADRO D'AUTORE DI MONTERSINO (VERSIONE AI SOLI LAMPONI)


Ed ecco finalmente svelato il mistero delle basi postate alcuni giorni fa. Spero non vi siate dimenticati che sarebbe poi seguita la ricetta effettiva.. Dopo tutta sta suspance vi sarete forse aspettati un post in grande stile con una foto spettacolare e invece non ho avuto il tempo di allestire il set perchè ero di fretta.. vabbè non che di solito io faccia delle gran foto, anzi!! Da amante dei lamponi ho variato gli ingredienti, che per Montersino erano frutti rossi misti, nel mio caso invece solo lamponi, e ridimensionati perchè con le sue dosi di solito si ottengono torte da matrimonio per 50 invitati... Con questa ricetta lamponosa partecipo al contest di Rosso Lampone.

Ingredienti:
Per la crema leggera:
500 gr di panna fresca
10 gr di colla di pesce
1 limone (di cui servirà succo e buccia)
Per la gelèe:
400 gr di lamponi
150 gr di zucchero
13 gr di colla di pesce
Per lo sciroppo al limone:
1 bicchiere di acqua
1 bicchiere di sciroppo di zucchero al 70% (fatto con 70 gr di zucchero e 30 di acqua portati a bollore)
il succo di 1 limone
Inoltre
alcuni lamponi

Procedimento:
Una volta pronte le basi, la ricetta è veramente veloce. Fa parte delle torte moderne, quelle cioè montate al contrario, che vanno capovolte per il servizio. Preparate la crema leggera (ovvero una chantilly italiana, o meglio ancora, una crema diplomatica con aggiunta di colla di pesce) scaldando una piccola parte di crema pasticciera e sciogliendoci dentro la colla di pesce ammollata in acqua. Unite scorza grattugiata e succo di limone, incorporate la restante crema fredda e alleggerite con la panna montata. Stoccare in frigo. Preparate la bagna mescolando tra loro i 3 ingredienti (l'originale voleva limoncello ma io non posso..). Preparate infine la gelèe frullando i lamponi, scaldandone una parte e sciogliendoci zucchero e colla di pesce ammollata. Il procedimento come potete vedere è lo stesso della crema, e tutt'altro che difficile. Scaldare una sola parte di liquido, crema o gelèe che sia permette di "rovinarne" solo una parte, preservando il resto, e, una volta unito alla parte rimasta fredda, la temperatura d'insieme non sarà troppo calda e potrà essere utilizzata subito. Siamo adesso pronti per il montaggio. Mettete la crema in una tasca da pasticceria, vi servirà per essere più precisi. In una tortiera rivestita di acetato (se usate la pellicola come me vi ritroverete la superficie tutt'altro che liscia..) mettete qualche lampone qua e là. Fermateli facendo un cerchietto di crema intorno ad ognuno. Adesso potete riempire il fondo nello spazio tra un lampone e l'altro. L'utilizzo della tasca vi agevolerà notevolmente. Fatene un ulteriore strato in modo che sia tutto coperto di crema. A questo punto colate la gelèe con l'aiuto di un mestolino, cercando di farne uno strato uniforme.. non come il mio quindi! E sopra la gelèe fate un altro strato di crema. Tagliate delle strisce di pan di spagna e coprite il tutto, pressando leggermente. Bagnate con la bagna al limone precedentemente preparata e congelate. Una volta "dura" potrete sformarla agevolmente, rovesciarla, rifilare i bordi, e lasciarla scongelare per gustarla. Si può lucidare con uno strato di gelatina a freddo. Io non l'ho fatto perchè ancora non l'ho trovata.. :D

11 commenti:

  1. Questa è una torta che desidero fare....ma la temo un po'....ma prima o poi mi lancio...tu sei stata bravissima!!

    RispondiElimina
  2. Grazie Elifla ma ti assicuro che è più difficile farla bella che buona! E infatti è bruttarella ma di gusto era davvero ottima, del resto se di mezzo c'è Lui, nun se pò sbaglià!

    RispondiElimina
  3. Che capolavoro!!! Sei veramente brava

    RispondiElimina
  4. Anche io vorrei da tempo preparare questo dolce e non so perchè mi intimidisce un po'.
    La tua invece è venuta benissimo! :-)

    RispondiElimina
  5. @ Francesca, grazie mille!
    @ Araba, tutto quello che so fare io è assolutamente alla tua portata, buttati!!

    RispondiElimina
  6. questa è la torta che punto da tantissimo tempo. Appena mi rimetto in piedi la provo!

    RispondiElimina
  7. @ Alem buttati, mal che va ti viene brutta come la mia ma il gusto è buono, assicurato!!!

    RispondiElimina
  8. Un blog molto carinoil tuo, questo dolce poi è veramente fantastico. La gelatina la trovi dove si acquistano i prodotti della decora

    RispondiElimina
  9. Grazie!! E grazie della dritta per la gelatina, ho giusto finito i coloranti, mi sa che ci scappa l'ordine!

    RispondiElimina

Dite la vostra..
Un commento può aiutarmi a migliorare sia le ricette che il blog!
Grazie, Vicky